home | noi | pubblicita | abbonamenti | rubriche | mailing list | archivio | link utili | lavora con noi | contatti

Lunedì, 16/09/2019 - 00:52

 
Menu
home
noi
video
pubblicita
abbonamenti
rubriche
mailing list
archivio
link utili
lavora con noi
contatti
Accesso Utente
Login Password
LOGIN>>

REGISTRATI!

Visualizza tutti i commenti   Scrivi il tuo commento   Invia articolo ad un amico   Stampa questo articolo
<<precedente indice successivo>>
Aprile-Maggio/2019 - Articoli e Inchieste
Problema fisico o culturale?
Riflessioni sul femminicidio
di Giovanni Del Missier - Coop. sociale di psicoterapia medica, Roma

Va rifiutata l’ambiguità semantica del termine
in quanto suggerisce che la violenza
sia legata al fatto fisico

Per impostare correttamente il tema in questione sono indispensabili due premesse di carattere generale. Prima premessa: il femminicidio non è destino ineluttabile biologicamente determinato.
Va cioè rifiutata l’ambiguità semantica del termine femminicidio, letteralmente omicidio di femmine da parte di maschi, che vuol suggerire che il problema di cui ci stiamo occupando: la violenza, sia legata al fatto fisico, corporeo, biologico di appartenere al genere maschile o femminile. Perché allora avrebbero ragione coloro che propongono la castrazione come rimedio: eliminando gli ormoni maschili sparirebbe la violenza! Inoltre, la natura che determinerebbe tale violenza sarebbe una ben “strana natura”, visto che nel resto del mondo naturale a carico dei maschi non si riscontra una tale violenza verso le rispettive femmine. Possibile che solo nel genere Homo sapiens ci sia questa caratteristica genetica?
Ma se il femminicidio è veramente prerogativa dell’Homo sapiens perché allora non pensare in modo più scientifico e rivolgersi non a madre natura ma alla cultura umana, che è sua caratteristica specifica. Cultura intesa sia nel senso ampio di modelli ideativi e affettivi condivisi socialmente che nel senso individuale del modo personale di pensare e di immaginare l’identità reciproca di uomo e di donna. Allora parliamo, non di maschi e femmine ma più esattamente di “uomini che uccidono donne”. E se responsabile è la cultura, e non la natura, sappiamo che essa è storicamente determinata e quindi modificabile. Non si tratta allora di cambiare gli ormoni agli uomini ma di costringerli ad aprire gli occhi su quello che credono sia naturale ed invece è artificiale e acquisito.
Seconda premessa: la violenza umana non è univoca. ... [continua]

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO:
ABBONATI A POLIZIA E DEMOCRAZIA

per informazioni chiama il numero verde 800 483 328
oppure il numero 06 58331846
__________________________
Giovanni Del Missier, medico e psichiatra, dal 1980 esercita attività psicoterapeutica, individuale e di gruppo come libero professionista e, per tredici anni, è stato psichiatra convenzionato col Servizio Sanitario Nazionale.
La sua attività scientifica è incentrata principalmente su temi inerenti la metodologia psicoterapica, la storia della psichiatria e la violenza interumana, a tali argomenti ha dedicato articoli e recensioni, pubblicati da riviste specializzate, italiane e straniere, presentato varie relazioni in convegni scientifici e tenuto seminari didattici universitari e Corsi di aggiornamento ECM presso l’Ordine dei medici e odontoiatri di Roma, la ASL Roma H e la Scuola medica ospedaliera di Roma.
Oltre a collaborare a vari volumi è coautore del volume di Psichiatria e psicoterapia in Italia dall’Unità ad oggi, Roma 2016.
Dal 2012 è socio cofondatore della Cooperativa Sociale di Psicoterapia Medica (Roma), nata dalla pluridecennale esperienza di un gruppo di psicoterapeuti che, per la loro formazione fondata sulla metodologia e Teoria della nascita di Massimo Fagioli, ritiene la malattia mentale conoscibile e quindi curabile. La Cooperativa promuove e diffonde la cultura della prevenzione e cura della malattia mentale e la relativa formazione specifica in psicoterapia.

<<precedente indice successivo>>
 
<< indietro

Ricerca articoli
search..>>
VAI>>
 
Siamo su facebook!
COLLABORATORI
 
 
SILP
 
SILP
 
SIULP
 
SILP
 
SILP
 
Cittadino Lex
 
Scrivi il tuo libro: Noi ti pubblichiamo!
 
 
 
 
 

 

 

 

Sito ottimizzato per browser Internet Explorer 4.0 o superiore

chi siamo | contatti | copyright | credits | privacy policy

PoliziaeDemocrazia.it è una pubblicazione di DDE Editrice P.IVA 01989701006 - dati societari