home | noi | pubblicita | abbonamenti | rubriche | mailing list | archivio | link utili | lavora con noi | contatti

Venerdì, 19/07/2019 - 16:45

 
Menu
home
noi
video
pubblicita
abbonamenti
rubriche
mailing list
archivio
link utili
lavora con noi
contatti
Accesso Utente
Login Password
LOGIN>>

REGISTRATI!

Visualizza tutti i commenti   Scrivi il tuo commento   Invia articolo ad un amico   Stampa questo articolo
<<precedente indice successivo>>
Aprile-Maggio/2019 - Panorama sindacale
Siulp
Lettera aperta a tutti i candidati e le candidate sindaco di Casalecchio di Reno
di Amedeo Landino Segretario Provinciale Siulp - Bologna

Carissime/i candidate/i Sindaca/o il Siulp di Bologna, storico sindacato di lavoratori della Polizia di Stato, parallelamente alla difesa dei diritti e delle libertà democratiche della categoria, è costantemente impegnato nel contribuire ad un adeguato sistema di sicurezza dei territori, collaborando con le forme di aggregazione democratica che perseguano tali obiettivi.
Il Comune di Casalecchio di Reno, oltre ai parchi ed ai centri di aggregazione tipici di un grande territorio, è̀ uno dei maggiori poli commerciali dell’area metropolitana bolognese. Tali attività, attraggono centinaia di migliaia di persone ogni anno, le quali hanno bisogno certamente di servizi ma anche di un importante aspetto costituzionalmente garantito: la sicurezza.
In questi giorni è di fatto iniziata la campagna elettorale per le Amministrative anche nel comune di Casalecchio di Reno e come spesso accade, il tema della sicurezza sarà certamente affrontato in tutte le sue sfaccettature. A tal proposito, ci permettiamo di suggerire che questo delicato, quanto complesso ed impegnativo argomento, venga affrontato distante da logiche che ne rivendichino paternità politiche, poiché la sicurezza rappresenta un diritto fondamentale indispensabile per la sfera personale quotidiana dei cittadini, come il diritto alla salute e all’istruzione.
Le accresciute e mutate esigenze di sicurezza della popolazione, insieme alla mancanza di adeguate risorse funzionali del sistema così com’è attualmente, richiedono certamente un intervento di innovazione e razionalizzazione delle energie attualmente disponibili. Razionalizzare non significhi tagliare, eliminare, sopprimere.
Proprio sul tema della sicurezza ed in controtendenza con le logiche nazionali, in questi giorni è arrivata l’amara notizia dell’ipotesi di soppressione del Distaccamento di Polizia Stradale di Casalecchio, uno storico presidio di legalità e sicurezza che più di tutti, gli altri uffici, ha sofferto la cronica carenza di personale, non potendo negli ultimi anni garantire una pattuglia necessaria a vigilare sulle strade dei territori del Reno. Come Siulp saremo chiamati a far pervenire al Dipartimento di Pubblica Sicurezza le osservazioni entro il 3 aprile in merito alla bozza prospettata ed è per questo che abbiamo già inteso organizzare, con i poliziotti interessati, incontri ed assemblee sui posti di lavoro.
La chiusura (o accorpamento) di uno storico Ufficio di Polizia, che l’anno prossimo dovrebbe compiere 60 anni, si vorrebbe cancellare con un colpo di spugna. Quello che emerge è l’ipotesi di unificare un ufficio di polizia che ha competenza sulla viabilità ordinaria ad un altro ufficio a competenza autostradale, significando che ne verrà attribuita sulla “carta” competenza mista, ovvero la Sottosezione di Bologna sita in via del lavoro. La preoccupazione fondata è che i carichi di lavoro delle arterie autostradali A1 ed A14 e della tangenziale ne possano assorbire completamente le potenzialità, snaturando la mission per la quale il Distaccamento fu fondato.
Forse basterebbe una razionalizzazione logistica per risparmiare i costi di gestione ma lasciare le funzionalità separate, così da far tornare in strada quegli stessi colleghi, professionalmente preparati che a pieno regime garantivano numeri importanti. Nel 2008, quando vi era un organico adeguato, ad esempio le pattuglie ordinarie sono state 537, i verbali fatti per violazioni al codice della strada 3170, gli incidenti rilevati 54, le patenti ritirate 553. Numeri che si traducono in più prevenzione e repressione su un territorio bisognoso di maggiore presenza delle Forze dell’Ordine.
Proprio il Siulp, non meno di qualche mese fa, lanciò la convinta proposta di istituire un Commissariato di Pubblica Sicurezza a Casalecchio di Reno, per rispondere al meglio all’intera comunità, in modo da collaborare ed interagire con le altre Polizie presenti. Non soltanto reati predatori i cui bersagli sono sempre più gli appartamenti, le auto e i negozi ma addirittura non molto tempo fa si è consumata una rapina a mano armata ai danni di un centro scommesse nel centro cittadino, in pieno giorno e nei pressi di una scuola materna. Il contrasto di tali fenomeni si può arginare soltanto con una maggiore presenza di pattuglie, in questo momento messa a rischio anche dalla paventata chiusura della Polizia Stradale.
Questi descritti ed altri spunti di riflessione, sono gli argomenti su cui vorremmo confrontarci se ne avete voglia e tempo, poiché siamo convinti che sia arrivato anche a Casalecchio di Reno il momento di affrontare il tema con un nuovo approccio, di natura trasversale, mettendo al centro i cittadini e il loro sacrosanto diritto ad essere sicuri. Pertanto, siamo sin da subito disponibili a confrontarci in maniera leale e collaborativa con tutte le forze politiche sulla sicurezza, poiché chi ha a cuore le operatrici e gli operatori della sicurezza, ha a cuore la sicurezza dei cittadini.
Cogliamo l’occasione per formulare un sincero in bocca al lupo.

<<precedente indice successivo>>
 
<< indietro

Ricerca articoli
search..>>
VAI>>
 
Siamo su facebook!
COLLABORATORI
 
 
SILP
 
SILP
 
SIULP
 
SILP
 
SILP
 
Cittadino Lex
 
Scrivi il tuo libro: Noi ti pubblichiamo!
 
 
 
 
 

 

 

 

Sito ottimizzato per browser Internet Explorer 4.0 o superiore

chi siamo | contatti | copyright | credits | privacy policy

PoliziaeDemocrazia.it è una pubblicazione di DDE Editrice P.IVA 01989701006 - dati societari