home | noi | pubblicita | abbonamenti | rubriche | mailing list | archivio | link utili | lavora con noi | contatti

Lunedí, 25/05/2020 - 04:08

 
Menu
home
noi
video
pubblicita
abbonamenti
rubriche
mailing list
archivio
link utili
lavora con noi
contatti
Accesso Utente
Login Password
LOGIN>>

REGISTRATI!

Visualizza tutti i commenti   Scrivi il tuo commento   Invia articolo ad un amico   Stampa questo articolo
<<precedente indice successivo>>
Febbraio-Marzo/2008 - Osservatorio
Il computer traduce il linguaggio dei cani
di Viscardo Allegri

Un programma di computer in grado di “tradurre” l’abbaiare dei cani è stato elaborato da un gruppo di scienziati ungheresi. Sono stati registrati e esaminati più di seimila tipi di versi emessi da 14 esemplari di cani da pastore ungherese, presi in diverse situazioni.
Un software ha analizzato le differenze, e il computer ha identificato correttamente le diverse situazioni (scenario insolito, lotta, passeggiata, noia, gioco, ecc.) nelle quali erano stati emessi per manifestare uno stato d’animo o una richiesta, nel 43 per cento dei casi.
Gli scienziati ne hanno dedotto la constatazione – abbastanza ovvia, e non proprio inedita – che i cani abbaiano in modo diverso a seconda delle condizioni e dello stato emotivo in cui si trovano.
In un secondo test il computer ha riconosciuto, nel 53 per cento dei casi, i singoli cani distinguendoli secondo le loro tonalità e accento.
I ricercatori si propongono di mettere a confronto i modi di abbaiare delle diverse specie di cani, per cercare di stabilire se, e in quale misura, esse parlino tutte la stessa lingua.

<<precedente indice successivo>>
 
<< indietro

Ricerca articoli
search..>>
VAI>>
 
COLLABORATORI
 
 
SIULP
SILP
 
SILP
SILP
 
 
SILP
 
 
Cittadino Lex
 
Scrivi il tuo libro: Noi ti pubblichiamo!
 
 
 
 
 

 

 

 

Sito ottimizzato per browser Internet Explorer 4.0 o superiore

chi siamo | contatti | copyright | credits | privacy policy

PoliziaeDemocrazia.it é una pubblicazione di DDE Editrice P.IVA 01989701006 - dati societari