home | noi | pubblicita | abbonamenti | rubriche | mailing list | archivio | link utili | lavora con noi | contatti

Giovedí, 28/05/2020 - 16:48

 
Menu
home
noi
video
pubblicita
abbonamenti
rubriche
mailing list
archivio
link utili
lavora con noi
contatti
Accesso Utente
Login Password
LOGIN>>

REGISTRATI!

Visualizza tutti i commenti   Scrivi il tuo commento   Invia articolo ad un amico   Stampa questo articolo
<<precedente indice successivo>>
Luglio/2008 - Osservatorio
Cadrà un’altra volta il Muro di Berlino
di Viscardo Allegri


Dopo vent’anni, verrà solennemente ripetuta la storica caduta del Muro di Berlino, iniziata il 9 novembra 1989, rimasta emblematica della fine dei regimi dell’Europa dell’Est, e del dissolvimento dell’impero sovietico.
Il 9 novembre 2009, per centinaia di metri a nord e a sud della Porta di Brandeburgo, lungo la linea un tempo seguita dal Muro, saranno collocati dei grandi pannelli di plastica colorata. A un’ora fissata della sera del 9, i pannelli saranno fatti cadere con un effetto domino: a dare il via allo spettacolare crollo sarà il sindaco della città, il socialista Klaus Wowereit: l’ultimo pannello cadendo davanti alla Porta di Brandeburgo darà il via a uno spettacolo di fuochi d’artificio, seguito da un grande concerto all’aperto.
I pannelli, 1 metro e 30 centimetri, un terzo dell’altezza originale del Muro, saranno colorati dagli alunni delle scuole berlinesi. Per ricordare l’evento, l’amministrazione di Berlino ha in programma altre iniziative, fra le quali un’esposizione nella Alexanderplatz, che ripercorrerà le fasi della Wende, la rivoluzione pacifica che portò alla unificazione delle due Germanie nate dal secondo dopoguerra.

<<precedente indice successivo>>
 
<< indietro

Ricerca articoli
search..>>
VAI>>
 
COLLABORATORI
 
 
SIULP
SILP
 
SILP
SILP
 
 
SILP
 
 
Cittadino Lex
 
Scrivi il tuo libro: Noi ti pubblichiamo!
 
 
 
 
 

 

 

 

Sito ottimizzato per browser Internet Explorer 4.0 o superiore

chi siamo | contatti | copyright | credits | privacy policy

PoliziaeDemocrazia.it é una pubblicazione di DDE Editrice P.IVA 01989701006 - dati societari