home | noi | pubblicita | abbonamenti | rubriche | mailing list | archivio | link utili | lavora con noi | contatti

Domenica, 31/05/2020 - 04:49

 
Menu
home
noi
video
pubblicita
abbonamenti
rubriche
mailing list
archivio
link utili
lavora con noi
contatti
Accesso Utente
Login Password
LOGIN>>

REGISTRATI!

Visualizza tutti i commenti   Scrivi il tuo commento   Invia articolo ad un amico   Stampa questo articolo
<<precedente indice successivo>>
Dicembre/2008 - Osservatorio
Il Silp denuncia una grave situazione a Palermo
di Il Segr. Gen. Luciano Cirri - Silp per la Cgil - Palermo

Agenti trasformati in muratori

Da tempo abbiamo denunciato le gravissime ricadute che i tagli alla sicurezza avrebbero fatto registrare. Non ci aspettavamo, però, che gli operatori di Polizia fossero trasformati, al bisogno, anche in improvvisati muratori ed elettricisti in una questura come quella di Palermo, segnatamente nell’ufficio preposto al controllo del territorio.
Condanniamo l’episodio giudicandolo denigratorio della professionalità degli agenti, oltre a rilevare rischi per l’incolumità individuale. Chiederemo l’apertura di una inchiesta interna al fine di accertare chi, e a quale titolo, abbia potuto ordinare o consentire la prestazione di siffatte opere, per di più negli orari di servizio.

Una sola Volante per il paese di Brusca

Nel commissariato di Polizia a Pratico c’è una sola Volante in servizio per 12 Comuni, tra i quali San Giuseppe Jato, il paese del killer mafioso e poi pentito Giovanni Brusca. L’auto in servizio è una Fiat Stilo che peraltro non è in dotazione, ma avuta in prestito dalla questura.
Riteniamo assolutamente inaccettabile come il servizio di controllo di un territorio assai particolare e delicato, da sempre fortemente interessato da infiltrazioni mafiose, debba essere effettuato con una sola autovettura, con il concreto rischio per gli operatori di non potere ricevere ausilio, qualora dovessero trovarsi in stato di pericolo o in qualunque altra situazione.

Uffici foto Scientifica chiusi per acqua

Gli uffici del servizio di fotosegnalamento della Polizia Scientifica di Palermo, San Lorenzo - dove vengono rilevate le impronte digitali per l’identificazione preventiva e giudiziaria - sono stati chiusi per infiltrazioni d’acqua.
La questura, in mancanza di fondi, non sa quando poter provvedere alla riparazione.
La situazione in cui versa la Polizia di Palermo è grave. Riteniamo che tra pochissimo tempo, per la totale indisponibilità di risorse, sarà impossibile operare. Addirittura, a breve, gli agenti non potranno nemmeno comunicare via radio per i continui guasti delle apparecchiature che, sempre per problemi di fondi, non vengono riparati.
Inoltre il 30% dei veicoli ha oltre 200mila km (il limite previsto dal Viminale), con gravi ricadute sulla sicurezza, non solo degli operatori ma anche degli utenti della strada.
Dopo i travestimenti in muratori degli operai di Polizia dell’Ufficio Volanti per far fronte ai tagli dei fondi destinati alle opere di ristrutturazione, segnaliamo adesso la nuova mise: quella di improvvisati imbianchini per rendere vivibile il posto di lavoro.

Lettera al questore di Palermo

Abbiamo più volte segnalato alla S. V. la preoccupazione dei nostri colleghi in servizio all’Ufficio Prevenzione generale, causata perfino dall’indisponibilità di carta su cui redigere gli atti di fine turno di servizio.
Oggi siamo costretti a denunciarle il loro distorto impiego, quali improvvisati operai ed elettricisti, mansione che svolgono durante l’orario di servizio a beneficio dei locali della Segreteria Volanti, ubicati presso la Caserma Pietro Lungaro.
Non possiamo più tollerare un così arbitrario e distorto uso delle professionalità e della disponibilità degli operatori di Polizia i quali, ad oggi, non vengono messi nelle condizioni di operare ad esclusivo beneficio della sicurezza dei cittadini.
Considerato, per di più, che uno tra i primi impegni che lei ha assunto all’atto del suo insediamento era proprio la particolare attenzione al controllo del territorio, la invitiamo ad intervenire immediatamente al fine, altresì, di chiarire che avrebbe dovuto vigilare sul corretto impiego dei dipendenti e non lo ha fatto.

<<precedente indice successivo>>
 
<< indietro

Ricerca articoli
search..>>
VAI>>
 
COLLABORATORI
 
 
SIULP
SILP
 
SILP
SILP
 
 
SILP
 
 
Cittadino Lex
 
Scrivi il tuo libro: Noi ti pubblichiamo!
 
 
 
 
 

 

 

 

Sito ottimizzato per browser Internet Explorer 4.0 o superiore

chi siamo | contatti | copyright | credits | privacy policy

PoliziaeDemocrazia.it é una pubblicazione di DDE Editrice P.IVA 01989701006 - dati societari