home | noi | pubblicita | abbonamenti | rubriche | mailing list | archivio | link utili | lavora con noi | contatti

Giovedí, 28/05/2020 - 08:40

 
Menu
home
noi
video
pubblicita
abbonamenti
rubriche
mailing list
archivio
link utili
lavora con noi
contatti
Accesso Utente
Login Password
LOGIN>>

REGISTRATI!

Visualizza tutti i commenti   Scrivi il tuo commento   Invia articolo ad un amico   Stampa questo articolo
<<precedente indice successivo>>
Fabbraio-Marzo/2009 - Contributi
Che fine ha fatto la “cittadella per la sicurezza”?
di Ciccio Cantafia - Dip. Sicurezza Cgil Sicilia e Matteo Spatola Segr. gen. Silp-Cgil Sicilia



Sul destino del vecchio aeroporto Boccadifalco e delle sue aree di pertinenza, si è smascherata una finzione che durava da anni e che è stata fonte di fortune politiche e giudiziarie.
I due ricordano che sono le aree dove sarebbe dovuta sorgere la famosa cittadella della sicurezza, cioè i nuovi e attrezzatissimi uffici direzionali e operativi della questura di Palermo, e per il quale furono pagati dalla Regione 180 miloni delle vecchie lire per il progetto.
Il governo Berlusconi bis e soprattutto il Capo della Polizia di allora, dottor De Gennaro, vantarono questa scelta come decisiva nella lotta contro la mafia e per la sicurezza, e patentarono di conseguenza di campione della lotta alla mafia, in pubblico dibattimento giudiziario, l’allora presidente della Regione oggi sen. Totò Cuffaro.
Spero che nessuno dimentichi le dichiarazioni rese in aula dal dottor Manganelli, che richiesto di un giudizio sull’azione dell’on. Cuffaro, ascrisse al suo buon operato, appunto l’impegno per trovare i fondi per la realizzazione di una così importante struttura.
E come dimenticare le parole dell’allora ministro Pisanu, oggi Presidente della Commissione Antimafia, che reputò quest’opera, assieme alla cittadella della sicurezza di Napoli, le più importanti realizzazioni della sua azione di governo.
Una struttura per la protezione civile è importante, ma a noi che fummo scettici allora e abbiamo continuato a esserlo in questi anni, e soprattutto ai palermitani deve essere detto dove, come e quando si realizzerà la struttura, che servirebbe alla lotta alla criminalità mafiosa e comune e permetterebbe ai poliziotti di lavorare nelle migliori condizioni possibili.

<<precedente indice successivo>>
 
<< indietro

Ricerca articoli
search..>>
VAI>>
 
COLLABORATORI
 
 
SIULP
SILP
 
SILP
SILP
 
 
SILP
 
 
Cittadino Lex
 
Scrivi il tuo libro: Noi ti pubblichiamo!
 
 
 
 
 

 

 

 

Sito ottimizzato per browser Internet Explorer 4.0 o superiore

chi siamo | contatti | copyright | credits | privacy policy

PoliziaeDemocrazia.it é una pubblicazione di DDE Editrice P.IVA 01989701006 - dati societari