home | noi | pubblicita | abbonamenti | rubriche | mailing list | archivio | link utili | lavora con noi | contatti

Giovedí, 04/06/2020 - 23:26

 
Menu
home
noi
video
pubblicita
abbonamenti
rubriche
mailing list
archivio
link utili
lavora con noi
contatti
Accesso Utente
Login Password
LOGIN>>

REGISTRATI!

Visualizza tutti i commenti   Scrivi il tuo commento   Invia articolo ad un amico   Stampa questo articolo
<<precedente indice successivo>>
Marzo-Aprile/2014 - Laboratorio
L'Esercito e la movida
di Antonio Patitucci*

“Il silp dice no all’impiego dell’esercito per la movida romana”
il silp cgil di roma e’ contrario all’impiego dell’esercito nel controllo del territorio del centro storico romano. la recente proposta dell’impiego dei militari in realta’ turistiche come “trastevere”, appare, ad avviso di questa o.s., insensata ed inopportuna.
ad oggi dove si svolge la movida notturna il personale di p.s. in servizio presso il comm.to di p.s. di “trastevere” e di “trevi campo marzio”, assicura un efficace controllo del territorio, nonostante qualche sporadico incidente (fisiologico) durante la vita turistica notturna; circostanze ordinarie, tali da non creare reali allarmi o problemi di sicurezza per le giurisdizioni del centro capitolino.
un’attivita’ delicata come “l’ordine e la sicurezza pubblica” non puo’ essere certamente demandata all’esercito, diversamente qualificato e non dotato, per mandato istituzionale, della specificita’ professionale delle forze dell’ordine, le quali restano, in ragione degli strumenti normativi previsti, le uniche forze ordinamentali demandate a garantire la sicurezza dei cittadini e lo svolgimento delle loro attivita’ sociali.
un modello militarizzato dell’ordine e della sicurezza pubblica, oltre ad essere storicamente e culturalmente inefficacie, non e’ previsto dal nostro ordinamento e dalla legislazione europea, se non in via del tutto straordinaria.
tale ipotesi, a parere del silp cgil rappresenta un inutile ed ingiustificato costo per la collettivita’.
questa o.s. ritiene indispensabile tornare ad investire negli apparati di sicurezza, per fornire le risorse strutturali necessarie alle forze di polizia, evitando altresi’ l’assurda ipotesi di tagli ulteriori come recentemente preannunciato, ricordando che la sicurezza e la legalita’, costituiscono l’unico vero presupposto per il pieno sviluppo delle attivita’ economiche, sociali e culturali del paese.
*Segr. gen. Silp-Cgil - Roma

<<precedente indice successivo>>
 
<< indietro

Ricerca articoli
search..>>
VAI>>
 
COLLABORATORI
 
 
SIULP
SILP
 
SILP
SILP
 
 
SILP
 
 
Cittadino Lex
 
Scrivi il tuo libro: Noi ti pubblichiamo!
 
 
 
 
 

 

 

 

Sito ottimizzato per browser Internet Explorer 4.0 o superiore

chi siamo | contatti | copyright | credits | privacy policy

PoliziaeDemocrazia.it é una pubblicazione di DDE Editrice P.IVA 01989701006 - dati societari