home | noi | pubblicita | abbonamenti | rubriche | mailing list | archivio | link utili | lavora con noi | contatti

Venerdí, 29/05/2020 - 17:42

 
Menu
home
noi
video
pubblicita
abbonamenti
rubriche
mailing list
archivio
link utili
lavora con noi
contatti
Accesso Utente
Login Password
LOGIN>>

REGISTRATI!

Visualizza tutti i commenti   Scrivi il tuo commento   Invia articolo ad un amico   Stampa questo articolo
<<precedente indice successivo>>
Settembre-Ottobre/2015 - L'angolo del 'giallo'
Premio Letterario Franco Fedeli
I libri in gara
di Michele Turazza

Il canto degli innocenti,
di Piergiorgio Pulixi - (edizioni e/originals)

Una serie di brutali omicidi sta mettendo in seria difficoltà la Polizia. Il dato strano è che gli assassini sono tutti ragazzini tra i dodici e i quindici anni. A indagare è il commissario Vito Strega, un brillante investigatore il cui lavoro è più una missione che un mestiere. Strega infatti serve un suo proprio ideale di giustizia più che le regole di procedura penale. È un poliziotto filosofico, attento alla psicologia dei criminali, più che uno sbirro d’azione. E un uomo tormentato che combatte tra il desiderio di giustizia e l’impossibilità di ottenerla senza scivolare nell’abbraccio del Male.
I canti del male è una serie poliziesca incentrata sulla figura testarda e compassionevole del commissario Vito Strega e sulla sua lotta contro il crimine, nonché contro i demoni interiori della giustizia, della colpa e del male.
La serie è composta da tredici episodi, tredici Canti, ognuno dei quali dedicato a un tema che l’investigatore approfondirà nel romanzo, fino a costruire un mosaico completo sul Male: il male che il poliziotto cerca di combattere, ma le cui tracce gli rimarranno inesorabilmente dentro.

Piergiorgio Pulixi
E’ nato a Cagliari nel 1982. Fa parte del collettivo di scrittura Sabot creato da Massimo Carlotto di cui è allievo. Insieme allo stesso Carlotto e ai Sabot ha pubblicato Perdas de Fogu, (edizioni E/O 2008), e singolarmente il romanzo sulla schiavitù sessuale Un amore sporco inserito nel trittico noir Donne a Perdere (Edizioni E/O 2010). È autore della saga poliziesca di Biagio Mazzeo iniziata col noir Una brutta storia (Edizioni E/O 2012), miglior noir del 2012 per i blog Noir italiano e 50/50 Thriller, e finalista al Premio Camaiore 2013, e proseguita con La notte delle pantere (Edizioni E/O 2014) e Per sempre (edizioni E/O 2015). Nel 2014 per Rizzoli ha pubblicato anche il romanzo Padre Nostro e il thriller psicologico L’appuntamento (Edizioni E/O), miglior thriller 2014 per i lettori di 50/50 Thriller. Nel 2015 ha dato alle stampe Il Canto degli innocenti (Edizioni E/O) primo libro della serie thriller I Canti del Male.
Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati sul Manifesto, Left, Micromega e Svolgimento, e in diverse antologie. I suoi romanzi sono in corso di pubblicazione negli Stati Uniti, Canada, e Regno Unito.

___________________________________________________
I fantasmi non muoiono mai,
di Lucia Tilde Ingrosso - (Laurana editore)

Il ritrovamento di un anello rubato riapre il caso di Valeria Aldobrandi. Bella, bionda, ricca, morta ancora giovane in un incidente d’auto in Costa Azzurra. Dopo dieci anni dal fatto le ipotesi si moltiplicano. Se fosse stato un omicidio? E se, invece, Valeria fosse ancora viva? A indagare è Sebastiano Rizzo, ispettore di Polizia affascinante e tormentato. Fra un colpo di scena e l’altro, quando Rizzo sarà a un passo dal perdere tutto, finirà per ritrovare se stesso. E risolvere un caso intricato come pochi altri. Un giallo classico, una storia d’amore e morte, delitto e riscatto.
Per mestiere ed esperienza, era in grado di capire quando qualcuno mentiva. O non diceva la verità fino in fondo. Per non applicare le sue competenze anche nella vita privata, si doveva sforzare. E ora, benché si sforzasse, non riusciva a scendere a patti con il dubbio. Avrebbe voluto aggiungere qualcosa, sondare oltre, ma fu lei a parlare.

Lucia Tilde Ingrosso
Lucia Tilde Ingrosso vive a Milano, dove lavora come giornalista. La morte fa notizia, il suo primo giallo (Pendragon, 2005), è stata finalista al premio Scerbanenco (Courmayeur Noir in Festival 2006). Ha pubblicato poi A nozze col delitto (Kowalski, 2007; Feltrinelli, 2008), Io so tutto di lei (Kowalski, 2008; Feltrinelli, 2010), Nessuno, nemmeno tu (Kowalski, 2010), Uomo giusto cercasi (Piemme, 2010), Milano in cronaca nera (con Giuliano Pavone; Newton Compton, 2010) e Milano per i tuoi bambini (con Giuliano Pavone; Newton Compton, 2014).

___________________________________________________
L’ora nera,
di Matteo Bortolotti - (Novecento editore)

L’Italia è in rivolta. Le elezioni sono alle porte. Due giovani zingari e un vecchio scassinatore professionista partecipano a un furto su commissione, ma qualcosa va storto e lo scassinatore ruba senza saperlo un oggetto di inestimabile valore: un pacco che lo caccia in un grosso guaio.
L’Ispettore Murer è un poliziotto sospeso nel tempo, ha assistito all’omicidio di un collega durante una manifestazione e la sua vita è cambiata. Un’indagine banale lo porta sulle tracce di una cospirazione, mentre qualcuno segue lui e la sua famiglia.
Agenti segreti e soldati di ventura. Politici corrotti e grandi manovratori. Il Signor Rossi e l'operazione Bona Dea. Le vite parallele di questi personaggi s’incrociano e si scontrano in un racconto coinvolgente e mai banale, in una Bologna inedita e oscura, in una Italia dai toni accesi, più attuale che mai. Quando scatterà, L’ora nera vi lascerà senza fiato.

Matteo Bortolotti
Nato a Bologna nel 1980. Scrittore e sceneggiatore, è il più giovane della cosiddetta “scuola bolognese”. Ha esordito nella narrativa con Questo è il mio sangue (Mondadori, 2004), poi ha lavorato per il cinema e la televisione, continuando a pubblicare romanzi e racconti.
Con Carlo Lucarelli ha lavorato alla serie Tv L’ispettore Coliandro e dal 2004 è il segretario dell’Associazione Scrittori di Bologna presieduta da Carlo Lucarelli. L’ora nera è il suo settimo romanzo, un ritorno al noir, teso come il nostro tempo. Come uno stallo alla messicana.

FOTO: Piergiorgio Pulixi riceve la targa.

<<precedente indice successivo>>
 
<< indietro

Ricerca articoli
search..>>
VAI>>
 
COLLABORATORI
 
 
SIULP
SILP
 
SILP
SILP
 
 
SILP
 
 
Cittadino Lex
 
Scrivi il tuo libro: Noi ti pubblichiamo!
 
 
 
 
 

 

 

 

Sito ottimizzato per browser Internet Explorer 4.0 o superiore

chi siamo | contatti | copyright | credits | privacy policy

PoliziaeDemocrazia.it é una pubblicazione di DDE Editrice P.IVA 01989701006 - dati societari