home | noi | pubblicita | abbonamenti | rubriche | mailing list | archivio | link utili | lavora con noi | contatti

Mercoledí, 03/06/2020 - 03:21

 
Menu
home
noi
video
pubblicita
abbonamenti
rubriche
mailing list
archivio
link utili
lavora con noi
contatti
Accesso Utente
Login Password
LOGIN>>

REGISTRATI!

Visualizza tutti i commenti   Scrivi il tuo commento   Invia articolo ad un amico   Stampa questo articolo
<<precedente indice successivo>>
Settembre-Ottobre/2015 - SOLO ON LINE SU POLIZIA E DEMOCRAZIA
CFS
CHIUSURA E MILITARIZZAZIONE PRODOTTO DI UNO SPOT ELETTORALE DEL GOVERNO
di Fp-CGIL Corpo Forestale dello Stato

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo comunicato del Coordinamento Nazionale Corpo Forestale dello Stato FP- CGIL

Roma 12 gennaio 2016

CHIUSURA E MILITARIZZAZIONE PRODOTTO DI UNO SPOT ELETTORALE DEL GOVERNO

La sicurezza dei cittadini, la protezione dell'ambiente, la difesa del territorio non possono essere messe al secondo posto solo per mantenere i proclami fatti dal governo, con uno spot elettorale di deriva populista.
Non si può cancellare con un colpo di spugna, contro il parere di tutte le associazioni ambientaliste ed animaliste, l'unica Forza di Polizia specializzata nella prevenzione e nella repressione dei reati in materia di ambiente, biodiversità, benessere animale, agroalimentare, incendi, dissesto idrogeologico, inquinamento, rifiuti, foreste, etc.
Non si può, in un paese democratico, e contro il parere di costituzionalisti ed organizzazioni sindacali, militarizzare 7000 uomini di una polizia civile a suon di decreti.
Avevamo proposto una riforma organica del Corpo Forestale e delle altre Forze di Polizia che rendesse l’intero Comparto Sicurezza più moderno e democratico, che migliorasse l'efficienza delle Forze di Polizia, che eliminasse sprechi e sovrapposizioni, che portasse a risparmi consistenti.
Invece il governo senza alcuna consultazione di cittadini, lavoratori, esperti, ha deciso di sacrificare questa importantissima realtà ed i suoi settemila lavoratori, sull'altare del populismo (promettendo con questa finta riforma inesistenti risparmi). Chiudere il Corpo Forestale, metterlo inspiegabilmente al servizio del Ministero della Difesa, militarizzare i suoi uomini, metterà uno stretto giogo alla Polizia ambientale che non premetterà più di dare fastidio ai potenti, ai politici, agli speculatori, alle ecomafie.
Noi ribadiamo la nostra contrarietà e quella di tutti i lavoratori. Chiediamo sostegno ai cittadini ed alle associazioni ambientaliste e scenderemo in piazza con gli altri sindacati per difendere il corpo e l’ambiente in Italia.
Annunciamo fin d'ora iniziative di protesta e legali.
Ricorreremo alla giustizia amministrativa, alla Corte Costituzionale, ai giudici del lavoro, alla Corte Europea, in particolare contro la militarizzazione e la cancellazione senza senso dei diritti sociali, sindacali e politici del personale del Corpo Forestale.

Ci ritroviamo il 15 gennaio 2016 alle ore 9 in piazza Montecitorio.

La Coordinatrice Nazionale Fp CGIL Corpo Forestale dello Stato
Francesca Fabrizi

<<precedente indice successivo>>
 
<< indietro

Ricerca articoli
search..>>
VAI>>
 
COLLABORATORI
 
 
SIULP
SILP
 
SILP
SILP
 
 
SILP
 
 
Cittadino Lex
 
Scrivi il tuo libro: Noi ti pubblichiamo!
 
 
 
 
 

 

 

 

Sito ottimizzato per browser Internet Explorer 4.0 o superiore

chi siamo | contatti | copyright | credits | privacy policy

PoliziaeDemocrazia.it é una pubblicazione di DDE Editrice P.IVA 01989701006 - dati societari