home | noi | pubblicita | abbonamenti | rubriche | mailing list | archivio | link utili | lavora con noi | contatti

Lunedí, 25/05/2020 - 01:08

 
Menu
home
noi
video
pubblicita
abbonamenti
rubriche
mailing list
archivio
link utili
lavora con noi
contatti
Accesso Utente
Login Password
LOGIN>>

REGISTRATI!

Visualizza tutti i commenti   Scrivi il tuo commento   Invia articolo ad un amico   Stampa questo articolo
<<precedente indice successivo>>
Novembre-Dicembre/2015 - Interviste
Sicurezza
«La soddisfazione? Scoprire che col nostro lavoro si è salvato una vita»
di Donatella D'Acapito

L’impegno e le sfide della Polizia Stradale, il lavoro in condizioni difficili, non solo sul fronte della vigilanza del controllo di viabilità e trasporti, ma anche del contrasto alle attività criminali e terroristiche. Ne parliamo con Luigi Sanguinetti, Segretario Provinciale Silp Cgil di Savona.

Pensando alle attività della Polizia Stradale, può dire cosa funziona e quali sono, invece, le criticità?
L’operatore della sicurezza stradale si trova a lavorare in un campo la cui importanza è divenuta via via sempre maggiore e articolata: basti pensare alla vastità della nostra rete viaria primaria e autostradale e delle percentuali rappresentate dal trasporto su gomma di viaggiatori e merci. Ogni giorno garantiamo circa 1.500 pattuglie, unità che si trovano ad operare in ogni condizione, spesso anche molto pericolose come testimoniano gli infortuni sul lavoro di cui, purtroppo, noi della Polstrada deteniamo il triste primato. Proprio considerando quest’aspetto, ecco cosa funziona: l’attaccamento al dovere, lo spirito di abnegazione con cui i nostri uomini scendono in strada per aiutare il cittadino, il sacrificio di lavoratori che sono anzitutto persone, nonostante spesso si chieda loro un impegno umanamente insostenibile. La Pubblica amministrazione non sempre onora i suoi figli che, invece, le affidano ogni giorno il loro bene più prezioso: la vita. Se vogliamo riassumere i punti di forza dell’impegno della Polizia Stradale, dico: la qualità dei suoi operatori!
Di criticità, invece, ce ne sono molte. Fra queste, alcune sono comuni anche ad altri settori: mi riferisco alla scarsità di risorse, e intendo in primis scarsezza di personale, poi quella di mezzi, di apparecchiature e strutture fatiscenti. Poi ci sono criticità che son solo nostre, come nel caso del vestiario, troppo spesso di una qualità talmente bassa da essere inadeguato a fronteggiare le condizioni atmosferiche che accompagnano il lavoro, soprattutto quando le temperature sono rigide. ... [continua]

LEGGI L'INTERVISTA COMPLETA:
ABBONATI A POLIZIA E DEMOCRAZIA

per informazioni chiama il numero verde 800 483 328
oppure il numero 06 66158189

<<precedente indice successivo>>
 
<< indietro

Ricerca articoli
search..>>
VAI>>
 
COLLABORATORI
 
 
SIULP
SILP
 
SILP
SILP
 
 
SILP
 
 
Cittadino Lex
 
Scrivi il tuo libro: Noi ti pubblichiamo!
 
 
 
 
 

 

 

 

Sito ottimizzato per browser Internet Explorer 4.0 o superiore

chi siamo | contatti | copyright | credits | privacy policy

PoliziaeDemocrazia.it é una pubblicazione di DDE Editrice P.IVA 01989701006 - dati societari