COMUNICATO STAMPA 23 MARZO 2022

 

Domani a Teramo, a partire dalle ore 10, presso l’aula magna Benedetto Croce del Campus universitario Aurelio Saliceti – Polo didattico Silvio Spaventa, si terrà il convegno di Università degli studi di Teramo e Fsp Polizia dal titolo “Gestione delle emergenze, Sicurezza, Protezione civile e ricostruzione: prospettive di riforma” alla presenza, fra gli altri, del Capo della Polizia, Lamberto Giannini, del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri, Franco Gabrielli.

L’incontro si aprirà con i saluti del rettore dell’Università degli studi di Teramo, Dino Mastrocola, dello stesso Giannini, e del Segretario provinciale Fsp, Antonello Giusti; sarà presieduto da Salvatore Cimini, Direttore generale dell’Università, e introdotto da Marina D’Orsogna, ordinario di diritto amministrativo.

La prima relazione, “Dal diritto dell’emergenza al diritto del rischio”, è affidata a Loredana Giani, altro ordinario di diritto amministrativo; seguirà l’intervento su “Il ruolo della Protezione civile nella gestione delle emergenze alla luce della riforma”, del Capo del Dipartimento della protezione civile, Fabrizio Curcio; poi “Vigili del fuoco e gestione delle emergenze”, di Guido Parisi, Capo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco; e ancora “Pianificazione del territorio e mitigazione dei rischi”, di Maurizio Tira, Rettore dell’Università di Brescia e Presidente della Società italiana degli urbanisti; a seguire l’intervento di Giovanni Legnini, Commissario straordinario di Governo alla ricostruzione, su “Semplificazione amministrativa e ricostruzione: dalla straordinarietà alla best practice. Un modello da esportare?”; e dopo l’intervento di Michele Corradino, Presidente di sezione del Consiglio di Stato e già componente Anac; e “Il ruolo delle Forze dell’ordine nella gestione dell’emergenza e nella ricostruzione”, di Valter Mazzetti, Segretario generale Fsp Polizia di Stato.

Il sottosegretario Gabrielli concluderà l’incontro, nell’ambito del quale sarà presentato anche il suo libro “Naufragi e nuovi approdi. Dal disastro della nave Concordia al futuro della protezione civile”.

 

Agli Organi di informazione con gentile richiesta di diffusione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *