COMUNICATO STAMPA                                                                                                           VENERDI’ 23 SETTEMBRE 2022

“Il carcere di Salerno è una polveriera pronta ad esplodere. Centocinquanta Poliziotti penitenziari per gestire cinquecento detenuti. Il DAP invii immediatamente il Gruppo Operativo Mobile”. Sono le prime dichiarazioni di Mirko Manna, Coordinatore nazionale FP CGIL Polizia Penitenziaria, all’uscita dal carcere ieri sera, dopo una visita sui luoghi di lavoro che il Sindacato sta effettuando negli istituti penitenziari della Regione Campania. 

 “Le Poliziotte e i Poliziotti della Penitenziaria del carcere di Salerno – ha dichiarato Manna – stanno fronteggiando da mesi una situazione ormai diventata insostenibile. Dei ventidue Poliziotti previsti di rinforzo dal piano nazionale dei trasferimenti, ne sono arrivati solo sette di cui tre già distaccati a vario titolo presso l’istituto salernitano. Trenta Poliziotti andranno in pensione a breve e quindici non lavorano perché in malattia da tempo. Garantire la sicurezza è diventato ormai impossibile. Temiamo gravi eventi critici da un momento all’altro”.

 La delegazione era composta anche dal Coordinatore regionale FP CGIL Orlando Scocca che ha da sempre denunciato le condizioni di lavoro fatiscenti in cui sono costretti a lavorare le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria: “Conosco da vicino questa realtà e confermo tutti i nostri allarmi e i solleciti che abbiamo effettuato in Regione”.

 Parole di apprezzamento per il lavoro svolto dalle colleghe nel Reparto femminile, sono state espresse da Livia Veltre FP CGIL Salerno: “Ho avuto modo di verificare la professionalità delle Poliziotte Penitenziarie che in un contesto così difficile e precario riescono a garantire alti livelli di sicurezza nel proprio ambiente di lavoro”.

 La visita è stata accompagnata dalla Direttrice del carcere, la Dott.ssa Rita Romano, a cui la delegazione FP CGIL vuole esprimere un sincero ringraziamento per come ha saputo gestire fino ad ora una situazione del genere svolgendo, di fatto, anche le funzioni di Comandante di Reparto.

 “I continui avvicendamenti dei Dirigenti di Polizia Penitenziaria nel carcere di Salerno – ha concluso Manna – non hanno certo contribuito a creare un clima sereno e coeso tra gli Agenti ai quali fino ad ora è mancato un Comandante di Reparto all’altezza della situazione. Ribadiamo il nostro appello urgente al Capo del DAP Carlo Renoldi di inviare al più presto un contingente del Gruppo Operativo Mobile della Polizia Penitenziaria, per evitare i gravi eventi critici che ormai, c’è da aspettarsi, che si verificheranno da un momento all’altro nel carcere di Salerno”.

 

 

FP CGIL Polizia Penitenziaria

Coordinatore Nazionale Mirko Manna

manna@fpcgil.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *