COMUNICATO STAMPA 22 DICEMBRE 2022

“La sicurezza, tema fondamentale e imprescindibile per il Paese, e riconosciuta come tale da questo Governo fin dalla campagna elettorale e una volta di più dopo le elezioni, ha bisogno di diversi interventi tutti determinanti. Non è più tempo di promesse, ora c’è spazio solo per soluzioni, programmi strutturali e interventi concreti e seri. Bene per quanto si è deciso di far passare con il maxi-emendamento alla Legge di bilancio in tema di fondo per le assunzioni e finanziamento della tutela legale che passa da uno a tre anni, ed ora sarà coperta per il triennio 2023/2025, ma non possiamo nascondere la delusione per la mancata definizione di altre questioni basilari come il ripianamento degli organici, la semplificazione delle procedure d’esame con scorrimento delle graduatorie che aveva un costo di appena 8 milioni di euro, ed altre problematiche emergenziali. Emendamenti che pur non essendo stati bocciati dalla commissione Bilancio, al momento non hanno trovato la giusta collocazione all’interno del maxi-emendamento che verrà presentato alla Finanziaria. Sono questioni per il momento accantonate, ma che devono trovare soluzioni immediate perché si tratta di sforzi minimi rispetto alla loro importanza, e non è un caso se proprio i capi gruppo della maggioranza li hanno messi al centro delle loro proposte. Ovviamente, nella malaugurata ipotesi che ciò non succeda, auspichiamo che dette questioni trovino giusta dignità all’interno dell’imminente decreto sicurezza”.

Così Valter Mazzetti, Segretario Generale Fsp Polizia di Stato, a proposito della discussione sul maxi-emendamento alla Legge di bilancio.

“E’ necessario fare di tutto per dare risposte a problemi che schiacciano il Comparto. Il presidente Meloni – ricorda Mazzetti – nel suo discorso alla Camera ha parlato di sé come di ‘ciò che gli inglesi chiamerebbero l’underdog. Lo sfavorito, che per affermarsi deve stravolgere tutti i pronostici. Intendo farlo ancora, stravolgere i pronostici’. Ebbene, noi ci auguriamo che anche per tutti i lavoratori della Sicurezza il governo riesca a rovesciare tutti i pronostici che li vogliono sempre figli delle opposizioni ed orfani dei governi. E’ ora di fare in tema di sicurezza ciò che si attende da troppo tempo”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *